Un argine all’evoluzione della società liquida.

La vita liquida è l’attualità affermata e conclamata dalla sociologia moderna.
Significa precarietà, incertezza, paura di rimanere indietro ed essere travolti.
Ciò che conta è la velocità, non la durata.
Anche il capitale ha perso interesse per un territorio preciso, attività e persone.

Il grande motore, La FINANZA, elabora

azioni e decisioni all’interno di frazioni temporali sempre più esigue: giorni, ore, minuti….
Il profitto si insegue quotidianamente.
La visione del Business si misura in ore.
Negli anni ‘70 un azionista gestiva le proprie quote per un periodo medio di 10 anni. Oggi 2 mesi.
Si compra e si vende per guadagnare il massimo subito.

La speculazione non ha occhi ed orecchie per Natura, Persone, Futuro.

Anche la politica utilizza lo stesso metro:
il consenso oggi, lo SPREAD del giorno dopo. NESSUN FUTURO!

All’interno di una stessa Comunità che dovrebbe chiamarsi Europa, la BCE discrimina l’AREA MEDITERRANEA consentendo alle imprese e alle popolazioni delle “AREE VIRTUOSE” di accedere a risorse e finanziamenti allo 0,7-1%.
Le stesse risorse , dalla stessa BCE, sono accessibili per esempio in Italia, al 10%.

Per cui le imprese perdono competitività, il lavoro sparisce, la popolazione si impoverisce, i giovani perdono speranza ed opportunità.